Chiostro San Nicolò - Spoleto (26.09.2014 - 29.09.2014) - Appare evidente nella collezione recente della Cozzini un linguaggio incentrato sul rapporto segno-colore che accentua il valore cromatico di cromie luminescenti. La ricerca basata sul segno-colore trova un'ulteriore enfasi negli intrecci di larghi segni colorati, dove diverse stesure cromatiche si giustappongono creando campi energetici di differenti intensità.

Punto di riferimento dei quadri di Marisa Cozzini sono le associazioni di colori caldi (rosso, giallo, ocra) e colori freddi (azzurro, verde) che risvegliano nello spettatore emozioni contrastanti di gioia, tenerezza, incredulità, ma mai dolore o sofferenza. I movimenti che si intravedono nell'intreccio di colori creano vibrazioni che toccano le corde dell'interiorità, descrivendo sensazioni ed emozioni paragonabili a quelle suscitate dalle sue poesie e dagli strumenti musicali (Il Violinista, Rapsodia, Musica, Ritmi nello spazio, …).