(31.05.2009 - 14.06.2009) - Dopo la primitiva esperienza figurativa influenzata dai Maestri d'Accademia (Gentilini, Maccari) la Cozzini evolve la sua pittura verso una graduale eliminazione del soggetto e della sua rappresentazione figurativa riconoscibile per avventurarsi in un astrattismo lirico nel quale la funzione espressiva e simbolica del colore mette l’accento sull’emotività e l'inclinazione poetica della pittrice, che trapela anche dai segni e dai colori stesi sulla tela in una costante correlazione tra l’uomo, la natura e le forme.