Nata in San Pietro In Guarano ha trascorso la sua fanciullezza in Val di Chiana, tra San Sepolcro ed Arezzo laddove, pervasa dalla cultura artistica Toscana, ha frequentato i primi studi ed il Conservatorio Guido Monaco di Arezzo apprendendo i fondamenti del pianoforte e formando la sua inclinazione artistica. Trasferitasi a Roma con la famiglia, ha frequentato dapprima il Liceo Artistico e poi l'Accademia di Belle Artida cui si è diplomata brillantemente sotto la guida di illustri Maestri quali Gentilini e Maccari. Sin dal 1973 ha operato nel campo dell'insegnamento ed in quello della pittura, partecipando a numerose collettive. Nel 1976 ha conseguito l'abilitazione all'insegnamento di Disegno e Storia dell'Arte nei Licei.

Ben presto, però, l'esperienza didattica lasciò spazio all'attività professionale nel campo dell'arredamento e del design d'interni. L'estro artistico ha comunque sempre albergato nel suo animo e ne ha ispirato la produzione poetica e pittorica: ha dipinto numerosi quadri oggi appartenenti a collezioni private, ha partecipato a importanti moste a Roma, Spoleto e nel Basso Lazio, ha restaurato sculture sacre, ha diffuso l'amore per l'arte nell'hinterland di Cassino attraverso mostre, convegni e seminari organizzati con il proprio Salotto Letterario. La sua prima produzione pittorica è stata caratterizzata dal connubio tra poetica e poesiaevidenziando una tensione forte verso l'idealizzazione della vita, verso l'unità lirico-figurativa musicale ed esaltando il paesaggio e la varietà della natura.

Negli ultimi anni, invece la ricerca fondamentale di un'armonia figurativa sulla caducità di ciò che è umano, sulla breve durata di cose e di stati di animo nonché sull'inverosimiglianza del sogno che apparentemente lontano dalla vita, l'ha spinta verso una visione ossimorica che rappresenta gli aspetti contrastanti dell'essere umano ma che nel contempo ne esalta la ricchezza, la molteplicità degli accadimenti e la bizzarria delle apparenze, traspondendo tutto ciò in immagini di colore.